Diario di Bordo 2013 [CARAIBI – USA]

Scritto da: on maggio 10th, 2013

DIARIO DI BORDO CARAIBI – USA 2013
GRAND CRU Alessandro Lucetta Blu

domenica 31 Marzo
arrivo in Martinica e poi subito a Le Marin dove ci aspetta GRAND CRU.
Con noi la carissima Nicoletta, vera amica che ha sacrificato qualche giorno di ferie per darci una mano nei primi preparativi!
Qui incontriamo anche Angelo Preden che incredibilmente è sempre presente alle partenze dei nostri grandi viaggi: coincidenze particolari!
Dopo un paio di giorni di lavori di preparazione (issiamo le nuove vele steccate venute dagli USA… vedremo come andranno!) usciamo dal porto e ci ancoriamo a St. anne dove ceniamo sull’enorme catamarano dove angelo è comandante, anzi, come dice lui APE (amico pensionato esperto).

Giorno dopo breve navigazione fino alla baia di st pierre dove invitiamo a bordo tutto l’equipaggio del catamarano per una bella cena. Domani si punta diretti su LE SAINTES… inizia il vero relax!

giovedì 4 aprile
dopo una bella bolinata di 70 nm arriviamo nella deliziosa LE SAINTES… prendiamo un gavitello e subito 2 delgini ci vengono a salutare: SIAMO AI CARAIBI.
Il paesino è delizioso, la giornata è bella e ci godiamo un po di relax. Qui restiamo
sino a domenica quando Nicoletta ci saluta perchè deve rientrare: CIAO AMICA, A PRESTISSIMO!

domenica 7 Aprile
alle 15 nicoletta prende il traghetto per point a pitre e noi salpiamo per un breve spostamento su guadaloupe, ma anse la barque non mi piace, stretta e piena di barche e rocce quindi decidiamo di proseguire verso ansa DESAHIES, all’estremo nord, anche se sappiamo che arriveremo a buio e la cosa non mi piace!
La mattina ci saluta un bel arcobaleno e partiamo alla volta di ANTIGUA.

lunedi’ 7 Aprile
una bella bolinata di 45 miglia e siamo ad english harbour ad ANTIGUA.
COMMENTO SULLE NUOVE VELE:
cose belle
– randa e mezzana steccate (vericali) danno un netto miglioramento nella perfomance velica soprattutto dal traverso alla bolina
– il genoa passato da 140% a 110% permette di essere utilzzato quasi sempre tutto aperto e migliora ovviamente la sua efficienza

cose negative
– al momento solo il fatto che la riduzione e l’apertura delle vele con le stecche deve essere fatta con molta attenzione altrimenti le stecche si incastrano e la cosa si complica.

Alla fine di questa lunga navigata faremo un bilancio!

ANTIGUA è una delle piu belle isole dei caraibi; ora che l’abbiamo girata co tranquillità lo possiamo confermare! Arriviamo a english harbour e ci mettiamo al Nelson dock: si puo stare anche alla fonda all’ingresso vicino alla bella spiaggia (molte barche e poco spazio) o infondo a english harbour circondati da mangrovie (e mangiati dalle zanzare). Il posticino è veramente carino , molto “english” ma piacevolissimo e con dinghy si arriva alla bella spiaggia all’ingresso. Io e blu andiamo per bagnetto e ci becca un groppo: acqua sotto e sopra!

anche qui si può avere freddo!!!

Gironzolando per english harbour ci sentiamo molto “eroi” ad essere arrivati nella terra di Nelson anche noi con la nostra barca a vela ma presto ci dobbiamo ridimensionare….c’è che ci è arrivato A REMI: onore!

Da english harbour a piedi si arriva con una bella passeggiata tra tanti negozietti e bar e ristoranti , a falmouth harbour, la ampia baia subito a w di english harbour: qui c’e lo yacht club , molto carino e vivace: pieno di pescatori che sbarcano grossi dorado e li puliscono in banchina con grande interesse di blu.

10 Aprile
ci spostiamo con la barca a falmouth harbour e andiamo al Catamaran marina dove abbiamo un appuntamento con Irene e Cris (lei italiana , lui inglese) che sono i responsabili di un bello swan ed infatti arriviamo quasi in contemporanea… nemmeno agli appuntamenti di lavoro si arriva così precisi!

La baia di falmouth SEMBRA ampia e tranquilla invece è INSIDIOSA per i tanti bassi fondali e la segnalazione non è perfetta: entriamo piano piano e con un po di batticuore….ormai l’esperienza di fuerteventura ci ha segnati!!!

il catamaran marina è carino e accogliente ma soprattutto ha LA CAMBUSA un delizioso ristorantino italiano gestito da alessandro dove si mangia DIVINAMENTE. Per chi passa da queste parti merita veramente una cena! www.cambusantigua.com.

qui la mia lucettina da il meglio di se con la lavatrice e lava tutto il possibile trasformando GRAND CRU in una asciugatrice permanente!

Invece blu, ormai principessa del luogo si lascia andare a mille scatti!

Qui noleggiamo una macchina per poter goderci l’isola anche all’interno….grande idea! giriamo tutta l’isola divertendoci molto e vedendo spiagge bellissime.

prima cosa andiamo a fare il bagno con le stingray nel loro santuario a est dell’isola, una mezz’oretta di macchina e siamo là—-INDIMENTICABILE www.stingraycityantigua.com

dopo, poco distante sulla costa ovest LONG BAY: spiaggia e mare stupendi e con un baretto/ristorante squisito abbiamo visto le piu belle spiagge dei caraibi nella costa est: CRAB HILL BAY dove abbiamo pranzato in un ristorantino imperdibile: OJ’s (tel 4600184).

altra spiaggia imperdibile è FRYES BAY e VALLEY CHURCH BAY divise da una piccola penisola che divide due spiagge incantevoli e dove si affaccia il COCO resort da togliere il fiato: lì abbiamo pranzato con irene e cris….indimenticabile www.cocoshotel.com

indimenticabile anche l’incontro ravvicinato con uno squalo! mentre io e Blu facevamo il bagno a 20 metri sentiamo un gran movimento di acqua sulla battigia: una grossa tartaruga ha cercato la fuga sulla spiaggia ed uno squalo di circa 2 m l’ha seguita praticamente fino sulla battigia poi è scappato….dopo i nostri bagni sono statoi un po piu “tesi”!

il giorno dopo altra escursione in una spiaggia meravigliosa sulla costa sud est: HALF MOON BAY nella parte nord della baia sembra di essere un una piscina:

15 Aprile
si lascia falmouth e con una breve navigata arriviamo a JOLLY HARBOUR : bel marina con briccole da dove ,domani , partiremo per il bordone su st barth!

16 aprile
arriviamo a ST BARTH: l’atterraggio è una tragedia, ci mettono all’inglese nel canale di entrata, una terribile risacca e un rumore terribile di cime che cigolano!
St barth un posto fintissimo dove si trovano solo negozietti: la brutta copia di un paesino sciccoso europeo… DELUDENTE!
domani si parte per st martin dove finalmente potyremo aggiustare il generatore e arriveranno i brandols!

17 Aprile: ST MARTIN
una breve e facile navigazione tranne le ultime 5 miglia che , scapolata la punta est, ci costringe ad una dura smotorata controvento per arrivare al marina di FORT LOUIS: un marina tondo, carino!
qui iniziamo subito a combattere per avere l’assistenza dell’ELECTEC unica che mi puo risolvere il problema! all’inizio ci fanno mille problemi perche sembra che prima di una settimana non possano venire, poi invece, andando là, la cosa si muove ed il 18 arrivano: la diagnosi è che la scheda elettronica è saltata… fortunatamente ne hanno una ed il 19 alle 12 il generatore è riparato!

Blu intanto si fidanza con un ragazzo canadese.

19 Aprile
generatore riparato e arrivano i BRANDOLS….bella giornata anche se il meteo è pessimo!

20 Aprile
noleggiamo l’auto e giriamo l’isola… carina ma nulla di imperdibile!

21 Aprile
partenza per ANGUILLA con atterraggio a ROAD BAY….qui riassaggiamo i caraibi:
posto incantevole, alla custom gentilissimi, bella spiaggia e aperitivo in localini con musica!
finiamo con una bella cena a base di aragosta: RISTORANTE BARREL STAY nella spiagggia di sandy ground a road bay OTTIMA!
ad ANGUILLA è quasi tutto parco, quindi bisogna farsi dare i permessi (nell’ufficio della custom) per poter navigare in questi luoghi MERAVIGLIOSI!

22 Aprile
inizia il tour del paradiso:
prima tappa a PRICKLY PEAR… boe all’esterno del reef e poi si entra in tender… il canale
un po sballottolante con il dinghy ma all’interno si apre uno spettacolo mozzafiato! la spiaggia meravigliosa, il mare cristallino e… nessuno!

rientrando da prickly pear tappa obbligata ad un’altro incantevole posto: SANDY ISLAND
la sera rientriamo a road bay in quanto si puo passare la notte solo qui e a crocos bay, cenetta in barca e a letto presto, ma prima la coppia chicco-ale straccia a pinacolo la coppia lu-mara… INEVITABILE!

23 Aprile
scendo alla custom a prendere l’uscita, e con un traxi ci facciamo portare in una spiaggia praticamente inaccessibile con la barca : SHOAL BAY EST questa spiaggia è ritenuta, A RAGIONE, tra le 10 spiagge piu belle al mondo!!! lo spettacolo è grandioso.

torniamo alla barca e muoviamo verso un’altra incredibile baietta : LITTLE BAY… poco visibile da terra, ha pochi gavitelli davanti e non sembra nulla di speciale ma una volta arrivati è incredibilmente bella e particolare , con i pellicani che ti circondano e si tuffano a pescare:
l’altra baia dove si puo passare la notte: CROCOS BAY
qui un casermone bianco domina la spiaggia, ma arrivati a terra quel casermone è un meraviglioso bar ristorante dove servono squisiti aperitivi con tapas di alta cucina….che serata!

24 Aprile
a mezzanotte si salpa alla volta delle BVI la notte è tranquilla, poco vento e si procede a vela e motore.
io faccio il primo turno, chicco il secondo e lu e mara il terzo…..deciduamo di entrare a nord di virgin gorda per fare l’entrata a GUN CREEK. tutto ok e alle 13 siamo al gavitello di fronte a BITTER END
un bel bagnetto, una passeggiata e meritato riposino!

25 Aprile
THE BATHS siamo nel paradiso di VIRGIN GORDA…..preso il gavitello (l’ultimo!!!!!!) scendiamo in questo paradiso fatto di enormi sassoni tondi! tra devil e the baths c’è una bella passeggiata

tra le rocce , tunnel e piscinette interne: per Blu un viaggio incredibile!
restiamo tutto il giorno a goderci questo paradiso MA la sera ci spostiamo a TRELLIS BAY…..questa sera imperdibile FULL MOON PARTY.

trellis bay è a NE di tortola quindi poche miglia da the baths. Quando arriviamo la baia è pienissima , tutti i gavitelli presi quindi ci mettiamo all’ancora molto fuori: la festa con le famoseFIRE BALLS è imperdibile! si mangia , si beve, e poi musica e giochi, compresi i trampolieri!!!!!
unica pecca della serata: il cantante un vero strazio!

26 Aprile
JOST VAN DIKE non si può lasciare i caraibi senza essersi andati a bere il famoso pain killer al SOGGY DOLLAR BAR a WHITE BAY e finire la serata da FOXY a GREAT HARBOUR, quindi si parte alla volta di jost van dike.

La navigazione è tranquilla, ci fermiamo per bagnetto nella bellissima SANDY SPIT

Mara e lucetta si scatenano in una notte danzante (un hard!!!!) al FOXY’S BAR

27 Aprile
ultimo giorno di Mara e chicco, domani purtroppo ci lasciano, MA vogliamo finire con il botto e andiamo a ROAD TOWN al PROSPECT REEF RESORT a fare la bellissima esperienza del bagno con I DELFINI!!!

BLU un pò di paura, ma comprensibile, ma ESPERIENZA INDIMENTICABILE!
rientriamo a trellis bay e ci mettiamo al gavitello, da qui l’areoporto si raggiunge a piedi!

28 aprile
CIAO CARI AMICI, come sempre la vostra compagnia è stata meravigliosa e quando partite e sempre un nodo alla gola! buon viaggio e a prestissimo!
alessandro , lucetta e blu
GRAND CRU

rientro in barca dopo aver accompagnato con dinghy mara e chicco, aspettiamo che sorga il sole e muoviamo verso jost van dyke per l’uscita dalle BVI
custom gentili e rapidi poi passeggiatina e blu al ristorante corsair accarezza aragoste alte quanto lei… peccato partire , avremmo potuto assaggiarle la sera!

usciamo quindi dalle BVI per fare rotta verso ST JHON – USVI.
qui la custom è a CRUZ BAY e tutti ci hanno detto di mettere la barca ad una boa tra caneel bay e cruz bay e popi entrare in tender: ma tutte le boe vicine sono prese e certo non mi posso avventurare in dinghy in mare aperto per lunghe trappe con blu quindi decido di entrare: in effetti è una trappola per topi….due canali e quello di sin porta alla custom ma ha poco fondo; il portolano dice di provare al centro tra i due canali, così faccio MA DISASTRO. qui ci saranno mille drappe sommerse dei barchini locali e l’ancora si incaglia….un lavoraccio ma ci liberiamo! passa un gommone e ci consiglia di gettare ancora all’esterno delle boe verdi infondo al canale di sin….c’è abbastanza fondo ed è tollerato per il tempo necessario per la custom! cosi facciamo e poi “scappiamo “ da questo postaccio e facciamo rotta nella baia a nord di st john: MAHOE BAY
ampia baia con bella spiaggia, mooring balls e ci facciamo un bagnetto con uno lemmon shark che gironzola (squalo di circa 1 m giallo!)

29 Aprile
rotta verso WATER ISLAND isolotto a sud di st thomas
è una bella baia protetta, con mooring ball , facciamo un bel bagno ma soprattutto scopriamo che il lunedi sera: MOVIE ON THE BEACH……IMPERDIBILE!
alle 7 pm vengono messe sedie sulla spiaggia , tirato uno lenzuolo bianco tra due palme, baracchino che fa hot dog e popcorn , tramonto di fronte e bellissima serata AMERICANISSIMA!

30 Aprile
partenza alla volta di CULEBRA in realtà prima di accedere a culebra avevamo intenzione di andare a culebrita nella baia a nord TORUGA BAY ma il cielo non promette nulla di buono tanto che dopo poco compare una grande tromba d’aria, inverto la rotta ed entriamo nella protetta baia di culebra CALA HONDA.

il posto non è certo dei piu belli, anzi: sarà per orario e per edilizia misto US caraibico, sembra un paese fantasma.

Comunque prendiamo una mooring ball (scopriremo poi che era privata…conviene mettersi all’ancora!!!!) , scendiamo a terra all’altezza dello stadio su un moletto in legno tutto sgangherato e a piedi (10min) arriviamo all’areoporto per fare il CRUISING PERMIT per la barca. i due doganieri sono molto gentili, la pratica un po lunga ma tutto ok , ora abbiamo anche questo,: GRAND CRU puo
stare in acque US per un anno.

L’areoporto è sulla strada per FLAMINGO BEACH, il cielo si è rasserenato quindi prendiamo un bus ed arriviamo là!

la spiaggia è veramente bella ma entra un’onda terribile quindi impossibile fare il bagno!

blu fa amicizia con una bimba americana che vive lì da 2 mesi in campeggio e noi iniziamo a fare due chiacchiere con i genitori che ci dicono che è molto strana questa onda da nord comunque passiamo un piacevole pomeriggio!

il rientro con una coppia americana che ci da un passaggio in auto….effettivamente gli americani sono molto FRIENDLY!!!!!!

rientriamo in barca, doccina e poi andiamo len centro della citta ovvero a DRAWEY dove vi è il DINGHY DOCK RESTAURANT molto carino, proprio sul canale che collega ensenada honda a baia sardinas , ceniamo lì, non male ma un po caro e niente di eccezionale, meglio farci un bel aperitivo e poi cenare in barca!

1 Maggio
La mattina dopo facciamo un giretto per DRAWEY, carino, colorato, con una bella vista su baia sardinas…inoltte c’è tutto: localini, supermarket (vicino al ponte nella parte nord) ,
bakery e banca!

siamo pronti per partire alla volta di CULEBRITA. Visto lo swell di baia flamengo non ho molta voglia di avventurarmi tra i feef di baia turtle a nord di culebrita quindi mi informo: in effetti si puo ormeggiare a ovest di culebrita su mooring ball e poi a piedi c’è un sentiero che porta da una parte al faro, e dall’altra alla spiaggia: così facciamo!

ormeggiamo e facciamo una piacevole passeggiata di 10 minuti fino alla BELLISSIMA SPIAGGIA DI TURLE…. veramente bellissima!