Diario Caraibi 2012

Scritto da: on gennaio 28th, 2012

15 Gennaio Domenica

A st lucia ho visto quello che immaginavo per blu: integrata nel villaggione , giocare con bimbi di tutte le razze e lingue e soprattutto con Vittoria la figlia di Betty, ragazza venezuelana sposata con un neozelandese: con vittoria blu parla inglese e stanno giornate a parlare e litigare…. un vero SPETTACOLO!

Blu vive scalza e corre sulla banchina e nei prati intorno al marina….si muove come a casa sua!

finalmente i lavori al boatyard sono terminati: il “cinese” (così tutti lo chiamano!!!!) è persona non certo affabile, cara ma direi di parola e lavora bene! il pezzo che ha costruito è ben fatto e preciso e le saldatrure di buona qualità! mi aveva promesso che lun max mart il pezzo sarebbe stato pronto invece già oggi (domenica!9 ha finito il lavoro!

Per tre giorni abbiamo spostato la barca dal ns dock al boatyard per permettergli di lavorare a contatto con la barca.
montiamo il pezzo , finiamo le verniciature , mettiamo le vele nuove, stiviamo le vele nel gavone di prua, facciamo acqua, cambiamo prefiltri motore, laviamo sentina motore… isomma ci prepariamo a partire… domani usciamo da Rodney Bay!

16 Gennaio Lunedi

Abbiamo ancora lavoretti da fare, ma ore 14 lasciamo il ns posto barca e andiamo a fare rifornimento… con tanto biocida nel gasolio!!!

ORE MOTORE 1386

RODNEY BAY MARINA: bello, ben organizzato… si spende circa 0.55 US$/feet.
Ristorantini carini: pizza italiana buona, e gelato buono: da ELENA!
Wifi disponibile gratuitamente, WC puliti. Si trova di tutto!

Ore 14.00 si parte alla volta dela vicinissima MARIGOT BAY:

Sempre uno spettacolo arrivare in questo caratteristico Hurricane hole. Andiamo ad ormeggiare in fondo alla baia nel pontile traballante di JJ RESTAURANT (non più il famoso JJ delle polpette di pesce… ormai un ristorantino come gli altri).

Benchè sia ormeggio carino ma essendo immerso nelle mangrovie e senza vento è infestato dalle zanzare… ci spostiamo su una boa dopo aver cercato inutilmente un posto nel pontile della mooring: senz’altro la sistemazione piu comoda. Infatti stare alla boa è bello, ma con blu salire e scendere in tender di notte può risultare scomodo!

ST. LUCIA ormai è tutto parco marino quindi non si può gettare ancora ma solo mettersi alle boe che ormai sono dappertutto…
OCCHIO, spesso sono con cime poco affidabili.

La sera all’aperitivo Blu si mette a giocare con Mia, bimba bretone… l’esperanto è completo : ora parla un misto di italiano, inglese, spagnolo e francese! Invitati, ci uniamo a questo gruppo di bretoni della barca GUILOU che hanno fatto l’attraversata e andiamo a cena con loro nel paesino appena sopra marigot: ristorante MOLTO “cool” (stavano chiudendo e lo aprono per noi!) ma mangiamo bene a poco! I brtetoni si rivelano francesi particolari: molto amichevoli e aperti… probabilmente ci incontreremo ancora a sud!

17 Gennaio Martedi

Partiamo alla volta di SOUFRIERE… la navigazione sempre tranquilla con vento tre lasco e traverso, le modifiche fatte su Isola si rivelano molto efficienti e dopo un bel bagnetto a COCHON arriviamo a SOUFRIERE. Ovviamente, come sempre, arriva il comitato di accoglienza che per 60 EC$ ci fornisce una boa vicino al paese ma anche a 50 metri dalle bidonville.

Maiali che pascolano in spiaggia e baracche fatiscenti… MOLTO CARAIBICO! scendiamo a terra non senza qualche apprensione per abbandonare Isola: la chiudiamo tutta!

A terra un girettino per SOUFRIERE e direi che quella che ha apprezzato di piu è stata Blu: infatti ha giocato tutta sera in una specie di parchetto sul mare, all’urlo di “CATCH YOU! “ con bimbi che al calar della sera diventavano sempre meno visibili lasciando risplendere solo il sorriso bianco!

Beviamo una birretta al baretto skipper con wifi e poi in barca a cena! Leggendo la guida scopro che sulla costa di st Lucia esiste un yacht service:
HARMONY YACHT SERVICE 1(758) 287 4261 VHF 16
Il propireitario Benny e sua moglie fanno un egregio lavoro per i diportisti: aiutano per qualsiaisi necessità, prenotano ormeggi e boe, boat taxi, pratiche doganali, organizzano escursioni, ecc. Molto gentili ed efficienti.

18 Gennaio Mercoledi

La mattina contatto Benny dello yacht service e, come descritto, in modo gentile ed efficiente ci trova una boa in un posto molto più carino: il Piccolo Pitone, di fronte all’armony resteurant, ci manda un boat taxi e ci assiste per le pratiche doganali (domani Nic e Angelo partono e noi usciamo da st Lucia alla volta di st Vincent) e ci organizza un tour carino:

  • il vulcano….un po’ di puzza ed i soffioni dalla montagna
  • la cascata calda dove si può fare un bagnetto: le cascate sono il realtà delle cascatelle ma devo dire che stare un’oretta sotto questa doccia calda ci è piaciuto molto
  • l’orto botanico molto carino con piante stupende ed una bella cascata!

Il tour è durato tre orette… totale 45US $ each! Torniamo in barca a rilassarci! LA sera ceniamo HARMONY RESTAURANT: devo dire assolutamente dignitoso… mangiamo bene spendendo circa 25 euro a testa!

19 Gennaio Giovedi

0re 9.00 NIC E ANGELO sbarcano: sono stati ottimi compagni di viaggio, ci mancheranno e mancheranno anche a blu che tormentava nic e giocava con angelo: GRAZIE DELLA VOSTRA AMICIZIA…CI MANCHERETE!

9.20 ci liberiamo dalla boa è l’equipaggio di ISOLA (io lu e blu) parte alla volta di ST VINCENT ….per la precisione WALLILABOU BAY (dove hanno girato pirati dei caraibi!)

Il vento è E circa 20 nodi e facciamo un bel traversone per circa 40 miglia! In prossimità della baia chiamo VHF 68 WALLILABOU ANCORAGE RESTAURANT… risponde DAVID che ci organizza una boa davasnti al “paese” con lunga cima su un fatiscente pontile!

Il posto è veramente essernziale….tre case (una è la dogana… ma non c’è la polizia quindi per immigrazione dovremo farla a bequia!): dogana, resti del set cinematografico ed il risporante… punto! Comunque baia che ha un suo fascino!

Fruit punch e cena al ristorante (l’unico!) molto in stile pirati dei Caraibi. C’è anche internet! cenetta buona poi rientro in barca dopo poderoso groppo!

20 Gennaio Venerdi

Bella giornata, alle 10 partiamo alla volta di BEQUIA….una bella bolina larga con yankee e trinchetta, 25 nodi e velocità 6.5/7…bellissimo! Arrivati a bequia la baia è pienissima…. allora contatto il BEQUIA MARINA VHF 67 … TROVIAMO UN POSTICINO ALL’INGLESE IN QUESTO MINUSCOLO MARINA(3EC$ per feet)… con Blu preferisco avere meno sbattimenti di discese a terra con tender.
Pranzetto caraibico: insalata di avogado e frutta: papaya (solo io… a loro non piace!) e mango!

Pomeriggio bella passeggiata, bagnetto in spiaggia: ritroviamo gli amici francesi… Mia e Blu giocano e fanno il bagno insieme!
La sera vogliamo sbocciare e prenotiamo al ristorante FRANGIPANI: NON FATELO!!!!! SI PAGA MOLTO E SI MANGIA MALE!
Rientriamo un po tristi dalla cena ma al bequia marina troviamo il ristorantino DEVIL’S TABLE delizioso e con musica dal vivo….beviamo un rhum punch e restiamo a sentire musica sino a “tardi”: il locale è molto carico e praticamente sull’acqua…domani ci ceniamo!

21 Gennaio Sabato

Oggi vacanzona! Andiamo prima alla spiaggia FRIENDSHIP BAY (10 min con taxi 20EC$) … bellissima spiaggia con una leggera onda. qui si affaccia il BEQUIA grand hotel con ristorantino e bart sulla spiaggia delizioso.

Pomeriggio cambiamo spiaggia QUEEN MARGARETH ….molto bella anche questa , senza onda ri risacca, un po piu affollatta della precedenter. anche qui un bel bar JACH che il giovedi sera fa beach party. da qui al marina bequia 3 min di taxi boat (20EC$)
la sera ceniamo al ristorantino del marina il DEVIL’S TABLE….merita veramente: a parte la location si mangia veramente bene ed il venerdi musica dal vivo.

incredibile: al tavolo di fianco a noi cenano UMBERTO E ORNELLA del BE QUITE II …. il pomeriggio parlando al VHF con federico e angela dello SHAMAL (ci stanno asperttando a tobago cay) ci hanno detto che a bequia c’è un amel italiano ….ed ecco che li troviamo a fianco a cena!
Facciamo una bella chiacchierata… loro sono ai Caraibi dal 2008 con il loro amel supermaramu e vanno su e giù: ci scambiamo tante informazioni, ci danno consigli (anche di saltare canouan e andare dirtetti su tobago!) Vengono a vedere la nostra ISOLA. Una bella serata, penso che ci rivedremo a fine aprile a Grenada. Alla luce di questa permanenza a bequia alcuni consigli:
ORMEGGIO: noi abbiamo optato per il marina bequia (avendo blu) ; in 3 minuti a piedi si è in centro e non c’è bisogno di usare il dinghy; per le spiagge il taxi o il bus vanno benissimo!
altrimenti vi sono boe davanti praticamente al frangipani…. pontile comodo per i dinghy ma barche molto appiccicate.
altrimenti ancora davanti a QUEEN MARGARETH beach ….comodo per la spiaggia ma per il paese o taxi boat o dinghy.
RISTORANTINI: tanti , c’è solo l’imbarazzo della scelta: EVITATE IL FRANGIPANI, provate il DEVIL’S TABLE

22 Gennaio Domenica

Decidiamo di andare diretti su TOBAGO…partenza alle 8 con un bel NE 25 nodi ….alle 11.30 siamo all’ingresso di tobago, la giornata è pessima, tanto vento, nuvolosissimo e inizia anche una bella pioggia….federico ci viene incontro con il tender….arrivati dentro a tobago arriva un grosso groppo, pioggia forte, gettiamo 70m di catena e ci fermiamo!

INGRESSO : ovviamente per l’avvicinamento bisogna seguire gli allineamenti che da catholic island per 129° porta all’ingresso poi si può scegliere di accedere o dal canale centrale tra PETIT RAMEAU e PETIT BATEAU o a sud tre petit bateau e JAMESBY…noi optiamo per questa, meno suggestiva ma piu larga e profonda e visto la giornata non mi pare il caso di fare della filisofia!!!!
pomeriggio un bel riposone sotto una pioggia continua poi ci vengono a trovare FEDERICO E ANGELA dello SHAMAL….tante chiacchiere, tante avventure e la sera ci invitano per unas pizza da loro: BELLISSIMO!

23 Gennaio Lunedi

Qui il vento continua a soffiare gagliardo… sui 25 nodi alzando un’ondetta fastidiosa anche dentro al reef… comunque oggi c’è il sole e sbarchiamo in spiaggia grazie anche al potente tender di SHAMAL!

C’è un po di gente, ma comunque lo spettacolo è sempre grandioso! Metto il giubottino a Blu e la porto a nuoto a vedere le tartarughe ed una splendida stella marina: Blu si diverte molto, sentendosi sicura con il giubottino andiamo anche dove non si tocca per inseguire le tartarughe che ogni tanto tirano fuori la testa per nulla spaventate della nostra presenza!

Vedo una bella stella marina e la tiro fuori dall’acqua un attimo per farla vedere a blu: per lei le stelle marinie sono stelle che si sono stancate di stare appese al cielo e si tuffano in mare… in un colpo solo abbiamo spiegato stelle, stelle cadenti e stelle marine!
“Papino come si chiama il verso delle tartarughe???” ; anni di scuola e università, tanto mare e sono costretto a rispondere: “non lo so!!!” CHE FIGURACCIA!

A pranzo rientriamo in barca, pranzetto, Blu si addormenta e noi ne approfittiamo per dare una bella pulita a ISOLA… verso le 4 ci sdraiamo e ,ovviamente, Blu si sveglia!

Sentiamo federico e angela, li invitiamo a cena su ISOLA e organizziamo una “gita” nel canale di entrata di tobago per vedere il tramonto….il viaggio in tender un pò “bagnato” ma lo spettacolo è sublime!
in spiaggia il grosso ROMEO organizza grigliate di aragoste per 100EC$ a testa …per domani sera PRENOTATI!
verso le 8 arrivano federico e angela a cena: fusilli alla carlofortina e budino preparato il pomeriggio: loro portano un’altro budino al cioccolato e vino….bellissima serata di chiacchiere, cibo e tanto vino!
scarico un grib…domani il vento dovrebbe un po calare!

24 Gennaio martedì

Andiamo a farci un bel bagnetto nella spiaggia di petit bateau…un po’ di ondetta, ma meno gente e acqua bellissima.
Pranziamo su SHAMAL: risotto alla zucca …BUONISSIMO! Tornati su Isola gran dormitona di Blu!

Il tempo è bello, il tramonto bellissimo e andiamo nel canale tra petit bateau e petit rameau (sulla spiaggia di bateau!) per la grigliata di aragosta organizzata dal mastodontico ROMEO… purtroppo c’è un po di gente, ma le aragoste sono grandi e buonissime, blu corre come una matta in spiaggia fino a tardi… proprio una bella serata!

25 Gennaio Mercoledì

La giornata è bellissima….sole e vento :alle 9 salpiamo alla volta di MAYERAU: noi torniamo sui ns. passi e puntiamo su catholic island , SHAMAL va a sud verso monkey point.

Arriviamo a nord di mayerau per entrare a SALT WHISTLE BAY : ATTENZIONE ALL’INGRESSO… stare proprio al centro. La baia è incantevole ma piccola e con bassi fondali, qualche boa ormai tutte occupate da catamarani, diamo ancora ma siamo troppo esterni ed entra una fastidiosa onda… intanto mi chiama Federico che a SALINE BAY si sta meglio e c’è tutto lo spazio che vogliamo… ok ci spostiamo tanto so che c’è una stradina interna che porta a questa deliziosa baia.

SALINE BAY è una ampia baia con una bella spiaggiona… ogni tanto assalita dai turisti delle navi crociera. Sbarchiamo con il ns tenderino , la spiaggia e il mare sono molto belli, ma attenzione allo sbarco in tender perchè il alcuni punti della spiaggia sulla battigia c’e una striscia di roccia!
bancarelle, un barettino….mi informo che con un taxi si arriva velocemente a whistle bay. (Il taxi ce lo chiama la signora che vende magliette in spiaggia!)

La strada è corta ma con una salita terribile verso il villaggio dove vi sono deliziosi ristorantini ed un “supermarket” molto, molto basic. Ci raggiungono federico e angela e andiamo a WHISTLE BAY.

La spiaggia è bellissima e anche il mare… anche qui bancarelle e dei bar ristorantini sulla spiaggia. Ormai è l’ora di pranzo e optiamo per quello che issa una grande bandiera svedese sperando in una “efficienza” europea! Il bar è coloratissimo e bello ma lo “svedese” è ormai piu rasta dei rasta e per farci un buon pollo alla griglia, riso e patate ci mettono circa 2 ore! Intanto blu si addormenta su una “sdraio” e finito di mangiare ci dicono di lasciarla lì che quando si sveglia ci chiamano . La spiaggia bella è a circa 100 metri. Ci pensiamo e lasciamo Blu nel bar rasta! Un bel bagno, Blu si sveglia… alle 5 rientriamo!  La sera pasta con pistacchi.

26 Gennaio giovedi
ci svegliamo con calma, la giornata è sempre bella e ventosa… salpiamo ancora verso le 11 alla volta di UNION ISLAND… la navigazione con solo yankee è veloce e in meno di un’ora siamo all’ingresso di Clifton.
ORMEGGIO: qui le possibilità sono 3:
– tra la terza e quarta meda rossa sulla dx andare verso il feef e gettare ancora in acqua cristallina ma un po lontani dalla città… bisogna prendere il tender. I rasta boy ti accompagnano a prendere boe dritto verso la città… sempre necessario tender (circa 70EC$).
– andare ai pontili o del BUGANVILLE (20US$)o del ANCHORAGE YACHT CLUB… al di là del nome molto meglio e più grande il BUGANVILLE dritto in fondo alla baia nel cuore della città.

Noi abbiamo da fare rifornimento di alimenti e acqua… non abbiamo ormai più niente, il vento è sui 25 nodi in aumento per i prossimi gg. quindi otiamo per il BUGANVILLE, si getta la propria e ci mettiamo poppa al pontile dalla parte sin in modo da avere il vento che porta fuori… molto meglio!

SHAMAL opta per la prima soluzione… loro hanno un tender con un potente motore e non hanno baby aboard!!!!

NOTA: credo che anche noi avremmo bisogno di un motore piuù potente per certe occasioni: l’elettrico va bene per piccoli spostamenti ma almeno un 4-6 cv quattro tempi credo sarebbe necessario!!!

Ne approfittiamo per fare acqua, scendiamo in paese per le provviste e per fare TESSERA TELEFONICA CON DATI. questa cosa è molto importante e ce ne pentiremo di non averla fatta prima …il conto del telefono sarà salatissimo!

Umberto che avevamo conosciuto a Beqiua ci aveva consigliato di farlo ed in effetti conviene e funziona!!! Andare alla DIGICEL in fondo alla strada principale… negozietto rosso esternamente.

Dentro un giovane ragazzo simpatico e bravo. tessera dati e voce 25EC$ e poi la carichi di quanto vuoi… noi per 15gg abbiamo speso 40$EC. Unico problema che sono SIM grandi quindi bisogna poi tagliarsele a misura per ipad e iphone: l’ho fatto in barca, è semplice e funziona benissimo.

Nella stradina che porta dal buganville al paese c’e la banca e supermarket che ti prestano i carrelli per portare la spesa, in centro CAPTAIN GOURMET (gestito da francesi) che ha tutte le golosità europee. Nella piazzetta coloratissime bancarelle di frutta: la prima è della mamma di ROMEO (quello delle aragoste a tobago) ha frutta e verdura buona, ed è molto gentile.

Intanto blu fa amicizia con piccola bambina nella piazzetta e canta e balla con lei mentre la mamma canta canzoni locali… favoloso!

Tra una cosa e l’altra la giornata vola… ormai abbiamo ritmi caraibici, torniamo in barca e prepariamo una cenetta: stasera abbiamo SHAMAL a cena.
Lucetta prepara penne aceto e prosciutto, io faccio una focaccia in forno… niente male e con Federico e Angela passiamo una bella serata bevendo un merlot australiano (preso da captain gourmet) niente male!

27 Gennaio venerdì
dobbiamo organizzare l’uscita dallo stato di GRENADINE perchè poi scenderemo verso CARRIACOU: la dogana vicino al buganville ma l’immigration è all’areoporto, 5 min a piedi dal paese!

Facciamo tutto, ancora un po di spesa poi decidiamo escursione a CHATAM BAY… oggi il vento supera i 30 nodi… un buon taxi fa al caso nostro.

La mamma di romeo ci chiama un suo amico che con 150EC$ porta noi e shamal in questa bella baia… strada bellissima e panoramica la prima parte, allucinante fuoristrada il finale!

Arriviamo in una bellissima baia con un resort di un italiano (Antonio) con ristorante, bar e piscina sulla spiaggia molto bello!

PREMESSA circa 6 aa fa lucetta venne ai caraibi da sola ed il suo skipper era questo antonio che gli raccontò di questo progetto….
in effetti oggi qualcosa comincia a vedersi!

Il vento è forte e molto rafficato, con blu ci infiliamo in questo bel bar e ci facciamo un “belo bagno” in piscina… almeno l’acqua è di mare!
blu mangia la pappa che ci siamo portati, noi dei bellissimi fruit punch e poi si addormenta sulle mie gambe e dorme fino alle 5… giornata molto rilassante!

Arriva ANTONIO: ragazzo siciliano molto simpatico ed indaffaratissimo… scambiamo chiacchiere veloci perché ormai dobbiamo rientrare ma la sera è invitato su ISOLA per cena!

Federico e angela la sera rimango in barca di guardia a shamal perchè un catamarano ha dato ancora un po’ troppo vicino a loro….
A cena: io preparo patate al forno, lucetta uno splendido guacamole, wurstel e quando arriva antonio ceniamo! Serata molto divertente, antonio ci racconta tantissime cose del luogo… una fonte inesauribile di informazioni!

28 Gennaio sabato

Ultimi rifornimenti poi si parte alla volta di PETIT ST VINCENT… ventone oltre i 25 nodi quindi preferisco evitare lo stretto passaggio tra morpion e pinese, sono passato più a ovest e poi sono risalito. ATTENZIONE BASSO FONDALE a SSW di pinase.

Abbiamo ormeggiato praticamente di fronte al pontile del resort in 5 m di acqua cristallina con sempre un bel ventone. Scendiamo in spiaggia e con blu facciamo un bellissimo bagno mentre lu si gode un po’ di sole e relax; aperitivo al bar del resort al tramonto e la sera PENNE AL GINGER su ISOLA con federico e angel.
Blu ha saltato il riposino del pomeriggio quindi alle 7, dopo doccia e cena, già dorme!!!

ORMEGGIO: facile anche con ventone: di fronte al resort anche vicino piu di 3 m di fondo in sabbia!

29 Gennaio domenica
Partiti alla volta di CARRIACOU… navigazione piacevole con 25 nodi di lasco, arriviamo a HILLSBOROUGH per entrata… si getta ancora in ampia baia ma rollantissima con vento da NE… il paese deserto (è domenica!). Fatte le formalità ,con lu al timone, passiamo vicino a SANDY ISLAND (impossibile fermarsi per il rollio (ci sono boe!) e procediamo verso TYRREL BAY.

CONSIGLIO: se giornate con vento e rollanti conviene fermarsi a TYRREL poi con taxi andare a hillsborough per dogana!

tyrrel ampia baia con molte barche e molto protetta….3m fino vicino a riva. spiaggetta così così, qualche negozietto pèr rifornimenti.
possibile ricaricare la sim DIGICEL e un VELAIO molto onesto che ha regalato i bottoni automatici a SHAMAL.

LAZY TURTLE ci dicono che fanno una specie di pizza discreta e hanno WIFI
incontriamo finalmente CESARE e la moglie ANNA di SOLEADO ….passiamo sulla loro barca e facciamo tante chiacchiere mentre blu si addormenta in pozzetto: loro stanno risalendo ed è il loro secondo anno ai Caraibi.
La SHAMAL ci invita a bordo per una splendida aragosta… che cena!!!

30 Gennaio lunedì
scendiamo per dare un’occhiata e cercare una wifi per fare i biglietti di ritorno… SIGH, SIGH, SIGH!

Troviamo un baretto ma wifi lenta e passiamo una mattinata per non concludere niente… beh ai Caraibi è così… il tempo ha un valore diverso, costa meno perchè ne hai di più!

Noi cominciamo a percepire che ormai sta finendo questo meraviglioso periodo e quindi ti accorgi di dare più valore al tempo e ci innervosiamo quando lo sprechiamo!

Facciamo un bel bagnetto con blu e lucetta, poi torniamo su isola! Mangiamo, blu sonnellino e noi lavoretti… la sera tutti a cena su ISOLA:
spaghetti con pomodorini, tonno e pan grattato poi patate e cipolle con focaccine fatte in barca!

31 Gennaio martedì
Speravamo che il vento e onda calasse per andare a SANDY ISLAND…purtroppo non è così quindi rimaniamo qui a tyrrel e andiamo a farci un “belo bagnoi” nella spiaggetta! giornata tutta relax, tempo bello ….sonnellini e la sera andiamo a letto presto: domani si parte per GRENADA!

1 Febbraio mercoledì
sveglia alle 7 e alle 8 abbiamo già salpato! blu dorme e noi con yankee e randa “voliamo “ a 7.5 nodi con un bel vento al lasco di 25-30 nodi.
la navigazione è molto piacevole
ATTENZIONE: in mezzo al canale al tyraverso di ISLE DE RONDE c’è una zona interdetta alla navigazione perchè in profondità c’è un vulcano attivo. opvviamente questa zona interdetta è esattamente sulla rotta: noi ci siamo passati prorpio sopra….se si svegliava proprio in quel momento sarebbe stata una bella sfiga!!!!!!
NOTA: per risalire da grenada acarriacou ls tecnica è la seguente:
risalire grenada a motore fino all’estrema punta DAVID PT. poi fare un lungo bordo verso ovest per poi farne un’altro verso est.

a GRENADA ci fermiamo a sud di MOLINERE POINT a nord della baia di GRAND MAL: il posto è carino, tranquillo , bello per snorkeling (c’è una piccola zona di mare “protetta”) e vi sono tre boe da ormeggio sembrano anche in buone condizioni.

2 Febbraio Giovedì
partiamo la mattina per st george….programmiamo di entrare nel nuovo marina PORT LOUIS: in effetti il marina è molto bello, standard americani, piscina, negozietti e tutti i confort per circa 50$ a notte….beh non è poco ma con le cose che abbiamo da fare qui è comodissimo!
ORMEGGIO: alternative in st george:
YACHT CLUB: di fronte a port louis, un pontile un pò sgangherato, ma un baretto con vista sul tramonto molto “cool” e molto “marinaro”….si spende circa 20$ al giorno
RADA: fuori da dalla “laguna” ma non davanti a grand anse (VIETATO ANCORAGGIO)…posto carino , comunque vicino lla bellissima spiaggia di grand anse e bello per snorkeling.
il mio primo problema è capire come organizzarsi per i periodi in cui dovrò lasciare la barca: primo periodo fino a maggio e secondo periodo nella HURRICANE SEASON. per il primo periodo il problema è unicamente economico, in quanto gli ormeggi sono tutti sicuri ma a prezzi diversi, per il secondo si deve valutare la possibilità che passi un hurricane.
OPZIONI da feb a dicembre:
A ST GEORGE:
st luis marina : bello , sicuro (forse in caso di hurricane!!!!!) ma carissimimo…per i 10 mesi circa quasi 8000 euro!!!!
yacht club: non bello, assolutamente non sicuro in caso di hurricane ma economico: circa 3500
A SUD DI GRENADA:
TRUE BLUE
true blue marina: pontile un po sgangherato ma fino a maggio potrebbe andare : circa 900 euro per i primo due mesi poi si dovrebbe spostare la barca a st luis marina per hurricane season…..quindi alla fine circa 6000 euro
PRICKLY BAY
spice marina: va messa a terra su invaso: dicono sicuro per periodo uragani (ma non ci credo!!!!) scomodo perchè la barca va alata e varata tutte le volte, per la barca è “sano” e le assicurazioni coprono ….ma io non ho assicurazione quindi non mi interessa! il costo decisamente alto….mi hanno mandato una mail non molto chiara ma direi intorno ai 8-9000 euro!
prickly marina: marina gestito da italoiano , davide, qui da 25 anni , mi propone o in banchina (meglio di quella del true blue, almeno in cemento!!!!!) o alla boa….nel periodo degli uragani ,hanno una procedura che trasferiscono le 7-8 barche che hanno in gestione, in un hurruicane hole e mettono le barche nelle mangrovie….in assoluto l’unico modo per salvare la barca!!!!!! costi: circa 4500 in banchina e 1500 alla boa e circa 500 in caso di trasferimento nelle mangrovie.
noi scegliamo davide (prickly marina) alla boa con trasferimento nelle mangrovie just in case! la barca è libera di muoversi, non rischia collisioni, mi tengo in contatto con un italiano, ho la barca sempre disponibile, spendo poco!!!!!!

3-4-5 Febbraio
restiamo al st luis marina…sarà caro ma si sta bene : dobbiamo comprare roba al grande chandler WATERWORLD di fronte, preparare la barca, visitare un po in giro.
GRENADA:
-st george è una città “ordinata” e pulita, poca criminalità , insomma molto piacevole!
-la zona del carenage e carina e una sera abbiamo mangiato all’OCEAN GRILL …carino e con una bella vista!
-merita il mercato della frutta il ven e il sab
-merita un bel tour dell’isola: cascate, foreste, fabbrica del cioccolato…4-5 ore veramente piacevoli. l’abbiamo fatto con un driver fornito da davide per circa 400EC$
alla fabbrica del cioccolato siamo arrivati insieme ad una scolaresca di bimbi…blu quando li ha visti è impazzita e si è fatta il tour della fabbrica con la scuola, una macchiolina di latte in tanta cioccolata….bellissimo!
-spiaggia grand anse…molto bella e pulita, tanti ristorantini…forse una delle piu belle tra le spiaggione caraibiche!
ci dicono che dietro a grand anse nei pressi del MALL (grande supermercato) c’è una serie di locali gestitti da italiani, gorno, ristoranti etc intorno ai quali si sta creando una piacevole comunità italiana…se riusciamo andremo a vedere!
il 5 è il mio compleanno….49 anni a GRENADA con le mie principesse:
organizziomo in barca ed invitiamo federico e angela:
pasta con ragù di prosciutto. pane fatto in barca e dolce al cioccolato…specialità di Lu …tutto buonissimo e bellissimo!!!!!

6 Febbraio lunedì
trasferimento a pickly marina:
ATTENZIONE:
ai bassi fondali usciti da st george quando si punta a sud
scapolato saline point ci troviamo ad affrontare una bolina impegnativa fino al marina….divertente e bagnata…ovviamente lucetta brontola perchè siamo troppo sbandati.
arrivati al pontile facciamo rifornimento e attracchiamo, per un paio di giorni staremo al pontile per fare i lavori di chiusura !
giornata di solo lavoro, la sera pizza su SHAMAL!
qui al pricky marina la sera verso le 18 si respira una bella aria di navigatori….si beve una birretta CARIB e si conoscono tanti velisti….un francese che ha fatto 2 volte il giro del mondo con peschereccio dove ha messo due alberi ….un “pescaketch” . reduce dall’ultimo tratto st elena-bequia 64GIORNI!!!!!
incontriamo anche alessandra e arnaldo di MICAMALE che da piu di 15aa sono ai caraibi a vivere e fare charter….ci raccontano tante cose e come molta gente che tante miglia sotto la chiglia NON DANNO CONSIGLI….RACCONTANO LA PROPRIA ESPERIENZA E TU TRAI LE TUE CONCLUSIONI….sarebbe bello fosse così anche in altri settori della vita dove invece trovi spesso persone che ti vogliono dare consigli o insegnare cose che nemmeno loro conoscono!!!!!
la sera cenetta da SHAMAL…..pizza, OTTIMA!

7 Febbraio martedi
ancora tante cose da fare ma vogliamo prenderci un’ultima giornata di relax….la mattina ci facciamo portare alla spiaggia di GRAN HANSE (merita veramente!!!!) CONSIGLI:
.COCONUT BEACH molto carino e al ristorantino francese fanno crepe meravigliose
.UMBRELLAS BEACH bella la spiaggia, frequentata prevalentemente da americane ed anche il ristorante molto americano
la sera una pizza al ristorantino del marina….beh, niente male!

8 Febbraio mercoledì
ULTIMO GIORNO….si lavora solo, si porta la ISOLA alla boa e la sera pizza al ristorante italiano BULANGERIE (vicino al GRAND MALL ….grande ipermercato dove si trova di tutto); cuoco italiano, luca, che fa una buona pizza ed una buona pasta!
9 Febbraio giovedì
si parte:
A PRESTO NOSTRA CARA ISOLINA
“ciao ISOLA ci vediamo domani” dice Blu… ma purtroppo dovremmo aspettare un po di più per rivederla.

BUON VENTO SHAMAL: un grande abbraccio ai cari amici ANGELA e FEDERICO… loro proseguono il loro sogno verso le san blas.

2 Responses to "Diario Caraibi 2012"

  1. Christine, Ferro and Ollie ha detto:

    It sounds like you’re having the time of your lives…ormai siete internazionali per cui scrivo in inglese…Ollie can’t wait to see her buddy Blu, even though Blu is probably busy with all of her new adventures and has forgotten all about us! We can’t wait to see your photos and hear all about this first step in your dream. Have fun and we’ll see you soon…unless you decide to mollare tutto and stare via! Enjoy! Baci a tutti.

  2. mara ha detto:

    Ciao naviganti, noi sotto una coltre di neve, al gelo e voi sotto il sole, chi sta meglio? Oggi scuole chiuse e paralisi totale. Perfino io a casa dal lavoro (chicco no). Da sdraiata sul divano leggo il vostro diario e vi immagino…. Aspettiamo aggiornamenti. Un grande bacio a tutti in particolare a BLU nuova, piccola creatura marina. Mara

Scrivi un commento

Devi essere loggato per inserire un commento.